Home Campionati Champions League Florentino Perez afferma che la Super League è in “attesa” dopo i...

Florentino Perez afferma che la Super League è in “attesa” dopo i ritiri dell’EPL.

100
Via marca.com
Advertisements

Il presidente della Super League Florentino Perez ha dichiarato mercoledì che i piani per il campionato europeo separatista sono attualmente sospesi:
Arriva dopo che tutte e sei le squadre della Premier League hanno annunciato che stavano abbandonando il campionato proposto pochi giorni dopo la presentazione della Super League domenica. Dei 12 membri fondatori iniziali, solo pochi rimangono.

“Juventus e Milan non sono partite”, ha detto Martedì Perez. “Il Barca ci sta pensando. Forse possiamo cambiarlo un po ‘: che entrino i primi quattro in Inghilterra, i primi quattro in Spagna. L’importante è che le grandi squadre si giochino tra loro, così i ragazzi guarderanno il calcio”.
Con questi club insieme al Real Madrid di Perez, ci sono ancora le potenzialità per un nuovo campionato in futuro.

Advertisements

Il formato iniziale non era ancora in grado di superare il massiccio contraccolpo dei fan o degli organi di governo in competizione.

C’erano critiche significative sulla mancanza di spirito competitivo in un campionato che avrebbe caratterizzato membri permanenti e nessuna retrocessione. I sostenitori del Chelsea si sono riuniti in particolare per una grande manifestazione martedì, esortando il club a ritirarsi dalla Super League.

Advertisements

Perez ha messo in dubbio l’autenticità delle proteste.

“Tifosi del Chelsea? C’erano 40 persone fuori Stamford Bridge. … E se vuoi, ti dirò chi li ha portati lì”, ha detto martedì.

Chelsea e Manchester City sono stati i primi due a mostrare esitazione, creando apparentemente un effetto domino che ha contribuito a chiudere il progetto. Perez ha spiegato cosa è andato storto:

“C’era qualcuno nei club inglesi che non aveva molto interesse. Questo ha iniziato a influenzare gli altri. C’era paura. Uno dei club inglesi non è mai stato davvero convinto. I club inglesi hanno cercato di fare qualcosa, ma gli è stato detto che loro Stavano uccidendo il calcio. Ma non c’è altra soluzione che la Super League. O qualcuno inventa qualcos’altro “.

C’è stato anche un contraccolpo dalla UEFA, poiché il presidente Aleksander Ceferin ha detto che i giocatori che competono in Super League sarebbero stati banditi dagli Europei e dalla Coppa del Mondo FIFA.

“Il problema è che [Ceferin] ci hanno ucciso il giorno successivo, con una terribile aggressione”, ha detto Perez. “Di sicuro abbiamo commesso degli errori. Ma loro sapevano cosa avremmo fatto e ci stavano aspettando. Quelli che non vogliono perdere i loro privilegi”.
Perez ha ancora sostenuto che c’è bisogno di cambiamenti a causa delle questioni monetarie derivanti dalla pandemia COVID-19. I club di tutto il mondo hanno registrato entrate limitate a causa della mancanza di fan sugli spalti nell’ultimo anno.

Perez ha detto che questo danneggerà grandi club come il Real Madrid, così come quelli più piccoli che cercano di vendere giocatori.

“In generale, non ci saranno grandi trasferimenti quest’estate. Quando i soldi non fluiscono dai club ricchi a quelli poveri, tutti soffrono”, ha detto Perez. “È impossibile fare acquisti come [Kylian] Mbappe e [Erling] Haaland, in generale, non solo per il Real Madrid, senza la Super League”.

Anche se i club che venderebbero quelle superstar – Paris Saint-Germain e Borussia Dortmund – non sono esattamente piccoli, potrebbe esserci un effetto a cascata sul mercato dei trasferimenti.

I piani per un nuovo campionato sono sospesi dopo gli ultimi ritiri, ma Perez ha sostenuto che rimane una possibilità.

“I club fondatori hanno creduto in questo progetto”, ha detto. “Non è morto. Continueremo a lavorare.”

Advertisements