Home Campionati Bundesliga La Juventus subisce uno shock in casa mentre Zlatan Ibrahimovic ispira il...

La Juventus subisce uno shock in casa mentre Zlatan Ibrahimovic ispira il Milan a vincere contro la Fiorentina – Riepilogo europeo.

248
Via skysports.com
Advertisements

Domenica il Benevento ha intaccato le speranze di scudetto della Juventus in Serie A quando il gol nel secondo tempo di Adolfo Gaich ha siglato una sconvolgente vittoria per 1-0 a Torino e ha posto fine alla striscia di 11 partite senza vittorie dei combattenti di retrocessione.

L’argentino si avventa su un passaggio imprecia del centrocampista della Juve Arthur Melo per tirare il gol decisivo dopo 69 minuti, e gli sdentati padroni di casa non riescono a trovare un passaggio oltre il portiere Lorenzo Montipo.

Advertisements

La sconfitta ha lasciato i campioni della Juve al terzo posto, a 10 punti dalla capolista Inter a 11 partite dalla fine.

Le speranze di sopravvivenza del Benevento sono aumentate, spostandosi di sette punti dalla zona retrocessione in 16esima posizione.

Advertisements

La Juve di Andrea Pirlo era imbattuta nelle precedenti cinque partite di campionato ma non riusciva a prevalere sul suo ex compagno di squadra del Milan Filippo Inzaghi in panchina avversaria, nonostante i padroni di casa abbiano messo a segno nove tiri in porta su quello del Benevento.

La Juve parte in attacco con Cristiano Ronaldo a lato e Montipo respinge il tiro di Alvaro Morata con una parata in tuffo.

 

L’arbitro ha assegnato alla Juve un rigore per pallamano ma ha ribaltato la decisione a seguito di una revisione del VAR e Ronaldo ha trovato la rete solo per essere negata dalla bandiera del fuorigioco.

L’attaccante portoghese, che ha segnato una tripletta contro il Cagliari nella sua ultima partita, aveva fame di gol e ha punzecchiato le mani di Montipo prima di mandare al volo un tiro di poco a lato.

Ma un errore catastrofico di Arthur ha regalato ai pazienti visitatori il vantaggio, poiché il passaggio lento del brasiliano attraverso la sua stessa area di rigore è stato intercettato da Gaich, che ha messo la palla nell’angolo inferiore.

Ronaldo era la più grande minaccia della Juve mentre spingeva per un pareggio nel finale, ma non poteva battere Montipo. Il portiere ha allungato una gamba per negare un tentativo prima di pararne un altro che è caduto sulla traiettoria di Danilo ma il difensore ha fatto saltare il rimbalzo.

Via skysports.com

Nel frattempo, Zlatan Ibrahimovic ha segnato il suo ritorno nella formazione titolare del Milan con un gol in un’emozionante vittoria per 3-2 in casa della Fiorentina, riducendo il divario con l’Inter capolista di Serie A a sei punti.

Quel gol lo ha reso il giocatore più anziano a segnare 15 gol in una stagione di Serie A, a 39 anni e 169 giorni, e ha dato il via a un frenetico incontro a Firenze.

Lo svedese ha avuto bisogno di soli nove minuti per aprire la partita dopo aver tirato fuori la trappola del fuorigioco nella sua prima presenza in campionato da quando si era infortunato ai muscoli contro l’AS Roma il 28 febbraio.

Erick Pulgar e Franck Ribery hanno segnato su entrambi i lati dell’intervallo per portare i padroni di casa in vantaggio, ma i gol di Brahim Diaz e Hakan Calhanoglu hanno ribaltato la sfida a favore del Milan.

Più tardi domenica, Dries Mertens ha segnato il suo 100esimo gol in Serie A quando il suo doppio ha assicurato al Napoli una vittoria per 2-0 in trasferta contro i primi quattro rivali della Roma.

L’attaccante belga ha segnato con un squisito calcio da punizione mentre il Napoli si portava in vantaggio di due gol dopo 34 minuti ei padroni di casa non sono stati in grado di raccogliere una risposta.

Mertens è solo il terzo giocatore del Napoli a raggiungere i 100 gol in Serie A, dopo Marek Hamsik (100) e Antonio Vojak (102).

Il tiro di Lorenzo Pellegrini ha scosso il palo per la Roma nel secondo tempo, ma è stata un’altra deludente prestazione da grande partita della squadra di Paulo Fonseca, che non ha vinto nessuna delle partite contro le altre prime sette squadre in questa stagione.

D’altra parte, la vittoria è stata importante per il Napoli al quinto posto in quanto ha sollevato tre punti di vantaggio sulla Roma al sesto e due dietro Juventus e Atalanta rispettivamente al terzo e quarto. Ha anche allungato una buona fase di forma per la squadra di Gennaro Gattuso, che ora è imbattuta da cinque partite di campionato, vincendone quattro.

Altrove, l’Atalanta pareggia con la Juve a 55 punti e rafforza il quarto posto con un 2-0 in casa dell’Hellas Verona grazie a un rigore di Ruslan Malinovskyi e una rete di Duvan Zapata nel primo tempo.

Il gol di Adam Marusic ha valso alla Lazio una vittoria per 1-0 in casa dell’Udinese che ha portato i romani al settimo posto a un punto dietro AS Roma e Napoli, mentre Antonio Candreva ha segnato il vincitore quando la Sampdoria, centrolista, ha sconfitto 1-0 il Torino al 17 ° posto a Genova.

 

La Liga: l’eroismo di Oblak fa vincere l’Atletico.

Via skysports.com

L’Atletico Madrid, capolista del La Liga, ha vinto domenica 1-0 in casa contro l’Alaves  grazie a un eroico rigore parato nel finale dal portiere Jan Oblak.

L’Atletico è andato in vantaggio al 54 ‘quando Luis Suarez ha diretto a casa un cross di Kieran Trippier, ma la squadra di Diego Simeone è stata felice di cercare di difendere il proprio vantaggio e ha quasi pagato un prezzo pesante quando Stefan Savic è stato penalizzato per aver infranto Luis Rioja.

Alaves ha ricevuto un calcio di rigore all’86 ‘, ma Oblak si è lanciato in porta per respingere il tiro di Joselu con la mano sinistra e mantenere il vantaggio della sua squadra.

L’Atletico è in testa alla classifica con 66 punti a 10 partite dalla fine, con quattro distacchi dal Barcellona secondo e sei davanti al Real Madrid, terzo.

Nel frattempo, Lionel Messi ha concluso una serata da record con una doppietta e un assist mentre il Barcellona si è imposto per 6-1 sulla Real Sociedad.

Messi ha stabilito il primo dei due gol di Sergino Dest e poi ha segnato il quarto della notte del Barca mentre giocava la sua 768esima partita per il club, superando Xavi per diventare il giocatore con il maggior numero di presenze per i catalani.

Antoine Griezmann aveva aperto le marcature e Ousmane Dembele ha aggiunto un quinto per gli ospiti prima che Ander Barrenetxea segnasse un bel gol di consolazione al 77 ‘.

Ma, giustamente, l’ultima parola spetta a Messi, che ha coronato una mossa travolgente di squadra per segnare il cross di Jordi Alba all’89 ‘.

È stata una quinta vittoria consecutiva in campionato per il Barca, che è tornato al di sopra dei rivali del Real Madrid al secondo posto.

 

Ligue 1: Mbappe porta il PSG al primo posto.

Kylian Mbappe è diventato il giocatore più giovane a segnare 100 gol in Ligue 1 con il suo Paris Saint-Germain a doppia potenza vincendo per 4-2 a Lione e in testa alla classifica domenica.

Il 22enne attaccante ha segnato entrambi i lati dell’intervallo con Angel Di Maria e Danilo Pereira che sono saliti a referto per riportare il PSG in testa alla classifica.

La sconfitta lascia il Lione, che ha segnato due gol con Islam Slimani e Maxwel Cornet, terzo con 60 punti, uno davanti al Monaco quarto.

Ma i campioni di Francia, che hanno riaccolto Neymar dopo un assenza di sei settimane per infortunio, sono passati davanti al Lille per differenza reti dopo aver subito una sconfitta interna per 2-1 contro l’umile Nimes mentre la loro campagna per il titolo continuava a balbettare.

Xeka ha annullato il primo gol di Moussa Kone per gli ospiti, ma Renaud Ripart ha dato al Nimes tutti e tre i punti e ha lasciato il Lille con 63 punti in 30 partite.

La vittoria di Nimes li ha portati al 18 ° posto, con 29 punti.

Il Lille, che ha vinto solo due delle ultime sei partite di campionato, è stato colto alla sprovvista subito quando Kone ha tirato un superbo tiro da 20 metri nell’angolo superiore per portare gli ospiti in vantaggio al 12 ‘.

Il Lille non ha impiegato molto a reagire. Al 20 ‘Xena pareggia con un colpo di testa in discesa su corner di Jonathan Bamba.

Il Nimes, tuttavia, ha ripristinato il vantaggio poco prima dell’intervallo, con Ripart che ha portato la palla alle spalle di Mike Maignan dopo essere stato giocato da Zinedine Ferhat.

Il Lille ha avuto due gol, di Burak Yilmaz e Xeka, annullati mentre spingevano per un livellatore finale.

 

Bundesliga: Hertha surclassa Leverkusen.

Via skysports.com

L’Hertha Berlin ha accresciuto le sue speranze di evitare la retrocessione dalla Bundesliga dopo l’impressionante vittoria casalinga per 3-0 contro il Bayer Leverkusen, sesto, domenica.

L’Hertha è risalito di tre posizioni al 14 ° posto su 24 punti in 26 partite, uno in più del Colonia al 16 ° posto che occupa il posto dei playoff retrocessione e due davanti al 17 ° Arminia Bielefeld.

Il team Schalke del seminterrato ha 10 punti e solo una possibilità matematica di rimanere in piedi.

Il centrocampista olandese Deyovaisio Zeefuik ha spinto i padroni di casa in vantaggio al quarto minuto con il suo primo gol per l’Hertha quando si è arricciato in un delizioso primo tiro dal palo dal limite dell’area.

Il trequartista Matheus Cunha ha segnato il 2-0 con un preciso rasoterra nell’angolo opposto dopo il secondo assist di giornata di Dodi Lukebakio, che ha tormentato la difesa ospite per tutto il pomeriggio.

Un altro violento raid dell’Hertha al 33 ‘ha permesso a Jhon Cordoba di aggiungere il terzo in quanto i difensori del Bayer non sono riusciti a eliminare il pericolo e l’attaccante colombiano si è lanciato da distanza ravvicinata.

Il portiere ospite Lennart Grill ha messo a segno quattro superbe parate all’inizio del secondo tempo mentre l’Hertha continuava a premere, con Lukebakio che aveva un gol annullato dopo un controllo del VAR per la pallamano nell’accumulo.

Domenica scorsa, il Mainz ha anche fatto un passo verso la sopravvivenza vincendo per 2-1 a Hoffenheim salendo al 15 ° posto con 24 punti, dietro l’Hertha per differenza reti.

Robert Glatzel e Dominik Kohr hanno segnato per Mainz su entrambi i lati del pareggio di Ihlas Bebou in un primo tempo ricco di azione, il risultato che ha lasciato l’Hoffenheim all’undicesimo posto con 30 punti.

Più tardi, domenica, il Friburgo ha battuto l’Augsburg 2-0 nell’ultima partita prima della pausa internazionale di due settimane.

Advertisements